Kennedy fu assassinato perche' aveva osato opporsi al potere bancario!

Il 4 giugno 1963, il presidente JF Kennedy firmò l'ordine esecutivo 11110, che conferiva al governo USA il potere di emettere moneta senza passare attraverso la Federal Reserve garantendo le proprie emissioni attraverso le riserve federali di argento e creando dunque un sistema bimetallico. Presso la Corte Suprema non furono sollevati quesiti di anticostituzionalità contro questo provvedimento, mai revocato dai successivi presidenti degli Stati Uniti.

Kennedy introdusse una moneta di Stato convertibile e garantita da depositi di argento. Tale moneta era emessa a costo zero per lo Stato, senza generare debito pubblico.

L'ordine dava al Ministero del Tesoro il potere "di emettere certificati sull'argento contro qualsiasi riserva d'argento, argento o dollari d'argento normali che erano nel Tesoro". In tutto, Kennedy mise in circolazione banconote per 4,3 miliardi di dollari. Dopo cinque mesi dall'assassinio, fu interrotta l'emissione di monete del tesoro garantite da argento, e l'ordine esecutivo 11110 cadde in disuso.Pochi mesi dopo fu assassinato 

Nessun commento: