Il monumento principe del Nuovo Ordine Mondiale



Le Georgia Guidestones sono un criptico complesso monumentale sito nella Elbert County in Georgia (USA).

Questa imponente struttura - tanto da meritarsi l'appellativo di Stonehenge americana - e' composta da sei lastre di granito, per un peso complessivo di cento tonnellate.
La cosa piu' sorprendente di questo monumento non e' la stazza quanto i messaggi che vi sono incisi, messaggi tradotti nelle otto lingue piu' comuni del pianeta e che servono a raggiungere una misteriosa "eta' della ragione".
Molti studiosi pensano si rifaccia alla nota opera del rosacrociano Thomas Paine, titolata proprio "l'eta' della ragione".
Esattamente, esse sono composte da quattro blocchi di pietra che presentano dieci regole espresse in inglese, spagnolo, swahili, hindi, ebraico, cinese, arabo e russo. Sulla sommita' del monumento vi e' un messaggio piu' breve espresso in quattro lingue antiche, alias il babilonese, il greco classico, il sanscrito e i geroglifici egizi.
Queste quattro lingue sono molto importanti nelle scuole misteriche, soprattutto negli ambienti massonici, compresi i Rosacroce.
Una cosa certa comunque e' che tutti questi monumenti allineati con i corpi celesti (almeno quelli moderni) sono frutto di iniziati alla massoneria, anche se non e' detto che siano tutti "malvagi".
La pietra centrale del complesso delle Georgia Guidestones presenta due caratteristiche importanti: la prima e' che e' sempre possibile vedere la stella polare attraverso due fori, uno presente sul lato nord e uno sul lato sud; inoltre una delle due fessure e' legata al sorgere del Sole sia nei solstizi che negli equinozi.
Alla base del monumento vi e' una lastra che spiega le caratteristiche tecniche del complesso: la cosa piu' incredibile - e che rimane un mistero assoluto - e' che si dichiara che sotto vi e' custodita una capsula del tempo, capsula che pero' nessuno ha mai visto veramente.
Ma quali sono queste regole, esattamente?
La prima e' quella di mantenere l'umanita' al di sotto di 500 milioni di persone, nonche' in perenne equilibrio con la natura, mentre la seconda, come conseguenza, e' quella di guidare saggiamente la riproduzione, migliorando salute e diversita'. La terza e' quella di unire tutta l'umanita' con una nuova lingua viva.
La quarta e' quella di dominare passione, fede, tradizione e tutte le altre cose con la sobria ragione. La quinta invece e' quella di proteggere i popoli e le nazioni con giuste leggi e tribunali imparziali. La sesta e' quella di lasciare che tutte le nazioni si governino internamente risolvendo le loro dispute esterne in un tribunale mondiale. La settima ancora e' quella di evitare di fare leggi poco importanti e di nominare funzionari inutilmente, mentre l'ottava e' quella di bilanciare i diritti sociali con i doveri.
Dulcis in fundo, la nona e' quella di apprezzare verita', bellezza e amore, ricercando l'armonia con l'infinito, mentre l'ultima, la decima, e' quella di non essere un cancro sulla Terra, lasciando spazio alla natura.
Il linguaggio - come si puo' vedere - e' criptico, o meglio e' quello doppio e classico dei mondialisti: si mescola bene e male, ma spesso per motivi di potere e dominio, ovvero di controllo complessivo del sistema.
Le linee guida, per esempio, esortano a un'incredibile riduzione dell'attuale popolazione terrestre: in pratica 12 persone su 13 non dovrebbero esistere.
Ma non solo, essi esortano a una lingua globale e a un tribunale mondiale, nonche' a una sovranita' che sembra essere limitata in partenza.
Gli autori del monumento, rimasti anonimi, hanno lasciato un testo molto importante, che si trova all'interno del Georgia Guidestones Guidebook, alias un saggio realizzato dalla Granite Company che ha prodotto il monumento.
In questo testo si spiega che essi hanno mantenuto l'anonimato proprio a causa dei messaggi controversi che vi sono incisi, e che lo stesso gruppo si e' sciolto una volta eretto il monumento. Gli autori hanno spiegato anche che i loro pensieri riflettono la loro analisi dei problemi dell'umanita', soprattutto quello del controllo delle nascite, dato che la tecnologia e l'abbondanza dei carburanti hanno consentito una moltiplicazione dell'umanita' che non e' sostenibile nel lungo termine.
Essi concludono che quando l'umanita' intera sara' andata alla ricerca di questi obiettivi, sara' allora possibile raggiungere... un Ordine Mondiale razionale per tutti.
In pratica questo monumento intende giustificare l'eliminazione del 92.5 % della popolazione mondiale, fatta salva, naturalmente, l'elite al potere.
Ormai ci sono cosi' tante prove sul governo globale in atto e sul pericolo che stiamo vivendo che non si puo' piu' fare finta di niente: il Nuovo Ordine Mondiale e' una realta', ed e' una questione globale che dobbiamo affrontare con saggezza ma soprattutto con un nuovo flusso di coscienza.

Fonte dati: Roberto Pinotti - Ufo: oltre il contatto.

Fonte immagini: Google.





http://www.gabrielesannino.com/stampa2.asp?st=483

Nessun commento: