Strane presenze rilevate sopra gli impianti del CERN


Il sottostante video pubblicato lo scorso 07 dic 2015 daSECTION 51 mostra delle strane anomalie atmosferiche che potrebbero essere associate con le pericolose attività di ricerca condotte nei laboratori del CERN
diretti da Rolf-Dieter Heuer, il quale dichiara che per comprendere i complessi esperimenti finora condotti dai fisici, si deve capire che le loro scoperte hanno permesso di addivenire alla "particella di Dio" - una particella che lega insieme l'universo così come lo conosciamo.
Situato a Ginevra, in Svizzera, il CERN è un'organizzazione di ricerca che gestisce i più grandi acceleratori di particelle del mondo attraverso i quali vengono fatte collidere tra di loro quasi alla velocità della luce.
I risultati che hanno sorpreso gli stessi scienziati, sono stati ferocemente contestati da alcuni scettici e ambientalisti i quali sostengono che gli esperimenti risultanti potrebbero essere catastrofici per tutta l'umanità. Sembra che l'impianto del CERN abbia la capacità di generare strani fenomeni elettromagnetici e altre anomalie atmosferiche segnalate sempre più spesso in varie parti del mondo. Il video qui sotto mostra come un vortice si forma nei cieli sovrastanti i laboratori di Ginevra fino a quando un ospite inatteso non viene risucchiato nel suo interno per poi dissiparsi improvvisamente.
Dapprima, il vortice si manifesta di dimensioni considerevoli, ma appena aspira nel suo interno alcune nubi poste nelle sue vicinanze, esso si comprime notevolmente fino a scomparire del tutto. Anche se molte persone hanno espresso la loro preoccupazione per l'intensificarsi degli esperimenti all'interno del CERN (le paure sono reali dal momento che stiamo parlando di energia nucleare), i funzionari della struttura hanno rassicurato che la situazione è sotto controllo. Tuttavia, solo pochi mesi, con l'inizio di questi strani fenomeni atmosferici molte persone hanno espresso forti preoccupazioni su ciò che potrebbe avvenire qualora queste particelle dovessero sfuggire al controllo degli scienziati. Altri hanno ipotizzato che un'eventuale malfunzionamento degli acceleratori di particelle potrebbe determinare l'apertura di piccoli portali interdimensionali. Dobbiamo temere per ciò che il CERN potrebbe scoprire nel prossimo futuro? E infine, a cosa può essere associato lo strano fenomeno atmosferico che appare nell'immagine di cui sopra? Esso fa parte degli esperimenti condotti dal CERN o forse è solo un effetto collaterale?
Fonte di riferimento:ufoholic.com
FONTE 
FONTE

1 commento:

Jonny ha detto...

impressionante!