Gli Antichi Egizi sapevano come sfruttare il Potere della Ghiandola Pineale


La civiltà egizia era avanti nella tecnologia rispetto a molte altre civiltà in tutto il mondo, quando questa fioriva sui bordi del fiume Nilo migliaia di anni fa.
I due video che vi presentiamo di seguito, esplorano il legame tra geometria sacra, la ghiandola pineale e la conoscenza ‘sacra’, ora perduta, ottenuta dagli antichi Egizi, che ha permesso loro di realizzare e sperimentare molte cose affascinanti migliaia di anni fa.





Tra le loro conoscenze di astronomia, ingegneria, architettura, medicina, gli antichi egizi avevano un posto molto speciale per la religione e la spiritualità, sapendo esattamente quanto fosse importante nella vita di tutti i giorni.


La ghiandola pineale, alias il terzo occhio, produce la melatonina, derivato della serotonina, un ormone che influenza la modulazione di veglia/sonno e le funzioni dei modelli stagionali. La sua forma assomiglia ad una piccola pigna (da cui il nome), e si trova vicino al centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in una scanalatura in cui aderiscono i due corpi arrotondati dell’ipotalamo.


<

E ‘considerata da molti come un portale che collega il mondo fisico con il mondo spirituale dell’uomo. La ghiandola pineale è considerato come un modo di viaggiare tra le dimensioni, denominato da molti come la proiezione astrale o la visione a distanza. Curiosamente, se guardiamo la ghiandola pineale e l’occhio di Horus troveremo una somiglianza affascinante. L’occhio di Horus è un simbolo che rappresenta la protezione, il potere reale, e la salute. L’occhio è di solito personificato nella dea Uadjet, Wadjet o Uto, ovvero la la Dea cobra , che simoboleggiava il potere di Ra.





L’occhio di RA e la barca, stanno ad indicare il viaggio dimensionale attraverso lo Stargate. La ghiandola pineale è considerata appunto come un modo di viaggiare tra le dimensioni.


Qui di seguito i due video (Sacred Science – Egypt’s Temple of Man (1/2 e a seguire Sacred Science – Egypt’s Temple of Man (2/2) di Schwaller Lubicz, hanno lo scopo di dimostrare che i costruttori del tempio di Luxor hanno effettivamente utilizzato la Geometria Sacra, che a sua volta si riflette nelle esatte proporzioni del corpo umano. I video offrono indizi in cui l’antica civiltà egizia, con l’aiuto della ghiandola pineale, praticava gli stati alterati di coscienza per esplorare il regno degli spiriti, un vero e proprio Stargate dimensionale.


via Segnidalcielo

Nessun commento: