Gli 11 passi dello Sciamano per affrontare la vita con più saggezza

I CONSIGLI DELLO SCIAMANO CAPO DI TUVA (SIBERIA) KARA-OOLA-TIULUSHEVICH-DOPTCHUN-OOLA

- Se avete deciso di fare qualcosa, non dubitate di voi. 
La paura vi fa deviare dalla strada giusta, e questo è lo strumento principale per farsi male. Non perdete speranza se all'inizio non ci riuscite; ogni piccola vittoria avvicina quella grande.


- Ricordate sempre: non esiste una fede giusta, il clero giusto. Il Dio è unico; è come la cima di un monte, e le religioni diverse sono sentieri che ci portano. Pregate chi volete ma sappiate che il vostro scopo principale non è vivere senza il peccato ma raggiungere e conoscere Dio.


- Ricordate una cosa molto importante: ognuno riceve ciò che merita. Non fate entrare i problemi nell'Anima e nei pensieri, e allora il problema non raggiungerà il vostro corpo.


- La vita potrebbe mostrarvi la sua faccia ma anche un altro posto; però pochi capiscono che sono loro che la fanno girare. I vostri cattivi pensieri rivolti agli altri tornano da voi, e anche l'invidia. A cosa serve? Non serve invidiare gli altri. Sorridete di più, e avrete sorrisi dei passanti, dei vostri cari e della vita stessa.


- Non abbiate rancori. Tutto ciò che succede succede per il volere degli Spiriti. Tutto va per il meglio.


- Non si può raccogliere senza un rituale le pietre che assomigliano agli animali, altrimenti porterà male. Se avete trovato una pietra simile, chiedete il permesso di prenderla allo spirito-padrone della pietra e fategli un regalo. Poi, a terra, coprite la pietra con una stoffa bianca e così la potete prendere.


- Non buttate nulla nell'acqua. 
Lo spirito dell'acqua potrebbe offendersi. Per fargli piacere si può buttare solo qualche monetina, del latte e dei pezzetti di pane.


- Se vedete una piuma per terra, portatela a casa e mettetela in un vasetto: è una potente protezione donatavi dal Cielo. Sappiate notare tali segnali del Cielo.


- Se volete la stima degli altri, rispettate gli altri. Fate del bene in risposta al bene e alla cattiveria rispondete con l'indifferenza. Colui che vi ha fatto del male ne soffrirà di più perché aspettava la vostra reazione.


- Se vi sentite male, se qualcosa vi preoccupa, cominciate a fare dei movimenti lenti, come una danza. Così farete ritornare l'energia al suo posto e libererete la mente dalla sofferenza.


- Se sentite che una situazione non ha una soluzione, alzate in alto il braccio e abbassatelo bruscamente, dicendo "Ma vada a ...". Riflettete ancora una volta, forse cambierete il vostro atteggiamento.

Nessun commento: